CONSIGLI DI LETTURA

ANDARE PER L’ITALIA ARABA

Un viaggio per l’Italia per ritrovare le tracce del rapporto fra la nostra penisola e il mondo musulmano, tanto arabo quanto turco.

Si parte da Palermo e si risale verso nord, viaggiando attraverso i secoli in una ricchissima “mescolanza mediterranea”. L’ultima tappa è a Torino, ai giorni nostri, e passeggiando fra i banchi di Porta Palazzo rispondiamo a chi dice che un museo come il MAO non c’entra nulla con la nostra città.
A proposito, questo libro lo si trova anche presso il bookshop del MAO.

 

(Andare per l’Italia Araba, A. Vanoli, Il Mulino, 2014)

 

 

 

 

L'ombrello dell'imperatore - Tommaso Scotti - copertinaL’OMBRELLO DELL’IMPERATORE &
LE DUE MORTI DEL SIGNOR MIHARA

 

Tommaso Scotti è un italiano innamorato del Giappone, dove si è trasferito e dove ha scritto due (per ora) polizieschi che hanno come protagonista l’ispettore Nishida e, soprattutto, Tokio. Ha conquistato il pubblico raccontando con sguardo curioso i sorprendenti codici di comportamento, la disarmante bellezza del Giappone e introducendolo così alla comprensione di una cultura tanto ammirata quanto fraintesa.

Le due morti del signor Mihara - Tommaso Scotti - copertina

 

(L’ombrello dell’imperatore, T. Scotti, TEA, 2021);
(Le due morti del signor Mihara, T. Scotti, TEA, 2023)

IL MAO. LE ANTICHE CULTURE E LO SGUARDO CONTEMPORANEO

IL MAO. Le antiche culture e lo sguardo contemporaneo
venerdì 7 ottobre 2022
A cura di Davide Quadrio, direttore del MAO Museo d’Arte Orientale

 

Non esiste “vecchio” o “nuovo”, ma piuttosto una continua testimonianza dell’attività umana. È necessario ripensare agli oggetti del passato per renderli vivi nel presente, rimixare opere classiche con creazioni contemporanee, avviare un dialogo fra collezioni permanenti e mostre temporanee, per dare vita a nuove intersezioni e narrazioni alternative. Gli spazi del museo acquisiscono così nuovi significati sociali, dirigendosi “oltre il senso dei luoghi” dove le antiche culture hanno preso vita e forma.

 


Davide Quadrio, è un produttore culturale, curatore e educatore che vive e lavora tra Cina e Italia. Ha fondato e diretto per un decennio il BizArt Center, il primo laboratorio artistico indipendente no-profit a Shanghai, nato per promuovere la scena artistica contemporanea locale. Nel 2007 ha creato Arthub, una piattaforma curatoriale dedicata alla produzione e alla promozione dell’arte contemporanea in Asia e nel mondo

Nel 2015 ha fondato Kaleidoscope Asia, una nuova edizione di Kaleidoscope Magazine dedicata alla scena artistica contemporanea asiatica, con il proposito di sviluppare una piattaforma internazionale di dialogo e confronto sulle forme di cultura dell’Asia Pacifica (2015-2017). Con BizArt e il suo team, e con Arthub, Quadrio ha organizzato centinaia di mostre, attività didattiche e di scambio tra la Cina e l’estero, sviluppando relazioni con istituzioni locali e internazionali.

Si è occupato della produzione della Biennale di Gwangju in Corea (inaugurazione 25 febbraio 2021), e della curatela di diverse mostre in Europa e Asia. Ha vinto il bando Italian Council per il progetto Fluxo con Alessandro Sciarroni, inaugurato all’Hangar Bicocca di Milano a novembre 2021. Da ottobre 2020 è visiting professor all’Università IUAV di Venezia (Dipartimento di Culture del Progetto, Arti Visive e Architettura).

Da febbraio 2022 è direttore del MAO, Museo d’Arte Orientale di Torino.

Settimana della Cultura 2022
I nostri eventi

La Settimana della Cultura di UNI.VO.C.A. si prefigge di far operare insieme numerose associazioni culturali, di dare maggior visibilità alle iniziative realizzate dalle stesse e di far conoscere il mondo del volontariato culturale facendo avvicinare studenti, giovani e cittadini al mondo del volontariato culturale ed ai suoi valori di gratuità e di servizio per la tutela e la promozione dei Beni Culturali.

Lo scorso anno il MAO ha ospitato tre eventi proposti dall’Associazione Volontari del Mio MAO nell’ambito dell’edizione 2022 della Settimana della Cultura UNI.VO.C.A.